Associazione Misiliscemi

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Dove viviamo?

E’ una domanda che ultimamente mi faccio spesso, senza riuscire a darmi una risposta esauriente, invece ho la sensazione di vivere in una società dove, il diritto sia un optional, o qualcuno ti vuole fare credere che per avere diritti riconosciuti, devi stare dalla parte di chi comanda e che questo soggetto non deve essere per forza lo Stato. Dove, tu cittadino, non puoi permettere di organizzarti con altri cittadini in un’Associazione che non si riconosce in nessuno, dico nessuno, partito politico, senza subire qualsiasi tipo di vessazione o delegittimazione.

Se evidenzi i disservizi con cui ti devi confrontare ogni giorno, sei contro il sindaco; Se chiedi soluzioni, lo fai perché sei alla ricerca di visibilità per la futura campagna elettorale; Se cerchi tu le soluzioni, vista l’incapacità di chi è stato delegato, lo fai chissà per quale recondito fine; Se cerchi un percorso giuridico amministrativo, che possa dare dignità al luogo e alle comunità che hanno deciso di vivere in quel posto, lo fai perché sei secessionista; e via di questo passo.

Veniamo alla ormai triste vicenda, IL PALIO DEL MISILISCEMI, che ci ha visto protagonisti lesi ingiustamente nei propri diritti:

Il 4 settembre il palio è rinviato per problemi del comitato organizzatore;

Il 19 settembre la commissione pubblici spettacoli, vista la documentazione prodotta, decide per un sopralluogo da farsi il 23 settembre 2011;

Il 23 settembre 2011 alle ore 10,00 la commissione pubblici spettacoli, si riunisce sul luogo della manifestazione e dopo verifica della struttura, da PARERE FAVOREVOLE con prescrizioni; Nello stesso verbale è allegata la nota fax dell’ASP di Trapani Distretto Veterinario, dove c’era chiesta di prendere accordi con il Dirigente del suddetto ente e verificare la regolarità dei cavalli;

In data 29 settembre si comunica verbalmente e poi via fax la documentazione che ci era stata richiesta;

Il 30 settembre con nota prot. 2867 dell’ASP Veterinario, c’è trasmessa la non Autorizzazione allo svolgimento di tale Manifestazione per la mancanza di requisiti non meglio specificati nella nota;

Il giorno 1 ottobre 2011 dopo consultazione e parere dei nostri legali, ritenendo non ostativa e non vincolante la comunicazione dell’ASP, poiché l’ente competente per legge ad Autorizzare o Negare è la commissione pubblici spettacoli, s’invia comunicazione a tutti gli enti interessati di regolare SVOLGIMENTO della MANIFESTAZIONE; Alle ore 15,45 dello stesso giorno c’è notificata dal comando di Polizia Municipale La DIFFIDA allo svolgimento della manifestazione;

Ho voluto fare questa elencazione cronologica per comprendere meglio quanto è accaduto; tuttavia voglio fare alcune precisazioni:

1. Come previsto dalla normativa, l’unico ente legittimato ad autorizzare la Manifestazione, è la Commissione Pubblici Spettacoli, per cui l’ASP reparto veterinario nella persona del dott. Messineo se aveva rimostranze, doveva comunicarle alla suddetta commissione e non all’Associazione Misiliscemi;

2. Il dott. Messineo, in maniera superficiale e senza verificare se quanto previsto per legge era o sarebbe stato rispettato, si esprimeva, con palese volontà vessatoria, non autorizzando la manifestazione; Per tale motivo il Consiglio Direttivo dell’Associazione Misiliscemi, con un’ovvia provocatoria forzatura procedurale, annunciava che la manifestazione avrebbe avuto luogo, attraverso l’invio di fax all’ASP reparto veterinario, alla Questura, ai Vigili Urbani, ai Carabinieri, alla Commissione Pubblici spettacoli come da accordi presi preventivamente con il dott. Genna responsabile dell’Assessorato Cultura e Sport del Comune di Trapani. Domenica mattina a seguito della diffida dei vigili urbani, il C. D. redige un documento, dove scusandoci con la cittadinanza, dichiaravamo che il palio era sospeso. Nella stessa mattinata eravamo chiamati dai Nas di Palermo presso la Stazione dei Carabinieri di Locogrande, i quali volevano sapere quanto era accaduto, gli consegnavamo la documentazione che provava quanto da noi fino adesso affermato, dopo di che se ne sono andati, ma non ci hanno mai notificato niente.

La sera del 2 ottobre leggiamo su di un sito internet che noi saremmo stati bloccati da un fantomatico signor nessuno che avrebbe fatto intervenire il Nucleo Nas dei Carabinieri di Palermo per conto del Ministero della Salute. Dico Signor nessuno perché non lo abbiamo mai incontrato, il quale, ci accusava, attraverso una serie di menzogne. Finalmente viene fuori il motivo della sua azione, si capisce, perché inizia a parlare di cose che con il palio non centrano niente, ma hanno a che fare con l’Azione Politica dell’Associazione Misiliscemi. Eravamo accusati di voler fare le cose fuori dalle regole perché coperti da un padrino politico, eravamo accusati di secessionismo e giù con le menzogne. Poi abbiamo cercato di capire chi fosse questo signor nessuno, e scopriamo che si tratta di un pseudo Animalista e con un inizio di attivismo politico, tanto da farsi vedere nelle sue pagine su facebook a braccetto, adesso si di un padrino politico, l’onorevole Vittoria Brambilla, per noi diventa tutto più chiaro, spero anche per voi.

Noi siamo un’ASSOCIAZIONE POLITICO CULTURALE APARTITICA, quindi non vogliamo essere coinvolti o usati, in vicende che con la politica non hanno niente a che fare, per questo motivo, si ritiene di aver subito un’Azione Vessatoria, Delegittimante e Infamante, per cui in seguito, sempre nel rispetto della legge avvieremo un’Azione Legale che possa fare chiarezza.

Trapani lì 14.10.2011

Il Presidente

Salvatore Tallarita

 

MèC TV


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.